Bel fiore. Esperienza durante una giornata speciale di reporting

Auto Motor Klassiek » Articoli » Bel fiore. Esperienza durante una giornata speciale di reporting
Ci sono classici che acquistano (copia)

Sono già passate alcune settimane. Io e il fotografo Spijker partiamo per Utrecht la mattina presto. Nel luogo concordato raggiungo Bart nella Lynk & Co. E ci stiamo preparando a viaggiare, tra gli altri, a Utrecht attraverso la A28. Il sole sta sorgendo, il cielo è molto azzurro, con una nuvola amica come amica. E nel mezzo dell'alba aspettiamo con ansia il giorno che ci aspetta.

Stiamo andando verso Arie-Jan e Bianca. L'appuntamento è stato fissato qualche tempo prima. Due settimane prima della giornata del report visito insieme a Durk il fantastico museo di Henk Visscher, su invito di Arie-Jan. Abbiamo trascorso una giornata meravigliosa lì, potresti averlo letto. E ora, due settimane dopo, incontriamo di nuovo il padrone di casa e sua moglie. A casa loro, a Utrecht. L'atto principale della giornata è il nostro appuntamento con Sophietje, la Peugeot 204 del dicembre 1975 dipinta in sabbia. Ma vivremo molto di più, perché sappiamo già che la casa della coppia a Utrecht contiene anche molti riferimenti al puro amore automobilistico francese. .

Dopo il nostro arrivo ci sono regali da entrambe le parti. Mi sono stati regalati marmellata fatta in casa, un bellissimo modellino in scala e la prima copia del calendario Peugeot del 2025 (compilato da Arie-Jan). Personalmente ho regalato alla padrona di casa un mazzo di fiori e per lei ho portato una foto incorniciata del Meccano-Dinky 204 che avevo acquistato da VIsscher Classique. Ho portato anche una Renault 4 Plein AIr in scala 1:43 per la collezione di miniature di Utrecht. Solo una supposizione, perché non sapevo se Arie-Jan possedesse già questa versione. La scommessa va a buon fine.

E questo vale anche per l’immensa collezione di modelli in scala che vediamo a Utrecht. Da ragazzo lo volevi, e io torno al tempo in cui sognavo, tra le altre cose, un armadio con tutti i modelli NOREV. E qui ci troviamo di fronte al sogno d'infanzia. La collezione quasi completa della scuola automobilistica francese del dopoguerra ci passa accanto in scala. E in altre parti dell'appartamento ci imbattiamo anche in miniature. Naturalmente troviamo il 204 più volte. Troviamo di tutto lì. Impressionante è anche la collezione di modellini in scala dei veicoli postali svizzeri Citroën Anche il trasportatore HY è un esempio del genere. Si tratta di una replica 43 volte più piccola del veicolo con cui Citroën per esempio, ha attraversato Amsterdam per mostrare la SM al mondo. O un altro modello. A Utrecht la modesta LN si trova sui gradini. L'immaginazione non è diminuita.

C'è molto di più che fa battere forte il cuore dell'appassionato. La collezione di libri è impressionante, le omologazioni austriache (timbrate e tutte) della 204 rendono davvero tangibile il processo di ispezione del passato. E il cuore dell'appassionato sussulta quando vediamo un piano aziendale Simca degli anni 'XNUMX. E che dire di un campionario e di un libro a colori con cui i candidati Peugeot potevano assemblare la loro possibile nuova vettura nella prima metà degli anni 'XNUMX. Sì, allora avresti quasi comprato l'auto, e questa ha molto più fascino dei configuratori clinici su Internet. C'è sempre uno schermo in mezzo, ma con un libro così toccavi già a metà la macchina, sentivi già cosa avresti comprato. Viva la storia che puoi sentire ancora oggi.

Dopo pranzo andiamo al complesso con garage. Sophietje viene svegliata e il 204 è felice di poter uscire. La posizione adatta è stata trovata in pochissimo tempo e costituisce la sottile linea di demarcazione tra la bellezza della natura e lo sviluppo urbano. Lasciamo quest'ultimo per quello che è, la location è abbastanza rurale per fare un bellissimo reportage fotografico. E ovviamente guidiamo la Peugeot, ovviamente vuoi sentire perché una 204 si è distinta da molti concorrenti da una prospettiva storica per undici anni. Apri il tetto, trova un posto, oggi tutto fila liscio. E questo vale anche per guidare con Sophietje, è così facile. E con tanto sentimento. Ti corteggia costantemente.

La fine della giornata si avvicina ed è un episodio incentrato sull'amore per le auto francesi, accompagnato da splendide conversazioni e interesse reciproco. E questi fattori rendono la giornata. Parlare la stessa lingua e fare un reportage versatile non è sempre ovvio, anche nella professione di editore di classici. Tutto si riunisce a Utrecht il 22 aprile. Guidare con la dolce metà dell'infanzia, immergersi nel puro amore per le auto storiche e in bellissime conversazioni personali. Più di una giornata tra mille, che ha dato il tocco finale ad un bellissimo resoconto.

REGISTRATI GRATUITAMENTE E TI INVIEREMO OGNI GIORNO LA NOSTRA NEWSLETTER CON LE ULTIME STORIE DI AUTO E MOTO D'EPOCA

Seleziona altre newsletter se necessario

Non ti invieremo spam! Leggi la nostra politica sulla privacy per maggiori informazioni.

Una giornata di reportage speciale
Una giornata di reportage speciale
Una giornata di reportage speciale
Una giornata di reportage speciale
Una giornata di reportage speciale
Una giornata di reportage speciale
Una giornata di reportage speciale
Una giornata di reportage speciale
Bel fiore. esperienza durante una giornata speciale di reporting
Una giornata di reportage speciale
Una giornata di reportage speciale
Una giornata di reportage speciale
Se ti è piaciuto l'articolo condividilo...

2 commenti

  1. Da piccolo andavo sempre alla fattoria di nonno e nonna, avevano un figlio che guidava l'autobus cittadino e nel tempo libero lavorava sempre alla sua macchina, un vero tecnico, così una sera la nonna disse vai da tuo zio e chiese dove vive. Mio zio e mia nonna ci hanno raccontato approssimativamente dove viveva e hanno detto: andate a fare le imprecazioni, quello è tuo zio e sì, in lontananza l'ho sentito imprecare come un consumato, quando ho girato la porta del suo garage ho visto. la Peugeot 204 che mio zio mi mandò a casa loro e poi venne a bere un caffè con sua moglie, anni dopo mi raccontò che casino stanno combinando quegli stupidi francesi, mai più una cosa del genere
    Successivamente l'ho avuto anche con un 404, l'ho riparato e venduto e mai più 🤗🤗🤗😂

  2. Una bellissima macchina di cui puoi essere orgoglioso. Auto così belle non vengono più prodotte. Belle sospensioni e la maggior parte con tetto scorrevole. Queste sono belle auto da guidare. Avevo anche questa nel 1974 e quell'anno era anche la nostra auto per il matrimonio. Prima di allora ho avuto due volte una 404, auto belle e belle. Peccato che tu non abbia più queste macchine... ora sai cosa ti perdi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati * *

Dimensione massima del file da caricare: 8 MB. Puoi caricare: Afbeelding. I link a YouTube, Facebook, Twitter e ad altri servizi inseriti nel testo del commento verranno automaticamente incorporati. Rilascia i file qui